faperplace.com

Come un’azienda manifatturiera può sfruttare YouTube

di Maren Dickey, tratto da fathomdelivers.com

 

Le aziende manifatturiere, come molte altre di settori diversi, sono continuamente alla ricerca di modi migliori per coinvolgere il pubblico. Il Content Marketing è popolare per questo motivo. È stato progettato per aiutare le aziende a creare contenuti non solo coinvolgenti e educativi, ma anche per divertire il pubblico.

Per contenuto si intendono solitamente parole su una pagina del blog, guide, case studies, ma esistono anche altri contenuti a cui solitamente non si pensa. Le aziende manifatturiere, tuttavia, hanno riconosciuto i vantaggi della creazione di video. Proprio i video sono risultati la tattica migliore secondo il B2B Manufacturing Content Marketing Report del Content Marketing Institute, infatti ben l’87% delle B2B crea video.

Dopo gli eventi di persona, i video vengono considerati la tattica più efficace di content marketing.

La popolarità dei video è aumentata negli anni, ma l’effettiva efficacia dipende da una serie di fattori, il primo dei Top-Tactis-for-MFG-blog-post-picquali è la strategia di business globale. Per il 2015, la consapevolezza del marchio (brand awareness), le vendite e la lead generation sono stati indicati come gli obiettivi di content marketing più importanti per le aziende B2B.

La vostra azienda sta cercando di aumentare il riconoscimento del marchio, le vendite oppure qualcosa di completamente diverso?

Prima di creare video, un’azienda manifatturiera deve essere sicura degli obiettivi che vorrebbe raggiungere grazie alla strategia di content marketing.

Di seguito elenchiamo i tipi di video che le aziende manifatturiere dovrebbero creare per raggiungere questi obiettivi.

Brand Awareness

• Video che orienti la direzione del pensiero

• Storytelling video

Lead Generation/Vendite

• Video strumento, prodotto o processo

• Video testimonial

• Video aziendale di differenziazione

Allora perché le aziende manifatturiere dovrebbero usare YouTube come canale di distribuzione per i propri video?

A differenza della TV, YouTube ha un pubblico altamente impegnato che usa Internet per fare ricerche. YouTube dà il controllo agli utenti. Proprio grazie a questa autonomia l’audience ha la capacità di interagire con il contenuto da loro scelto.

YouTube permette di creare contenuti con i quali il pubblico può interagire quando preferisce.

Come seguire le migliori pratiche per creare contenuti ottimizzati su YouTube

Come accennato in precedenza, il primo e più importante fattore da tenere a mente quando si sviluppa un video per un’azienda manifatturiera è la brand content strategy. Prima di creare qualsiasi tipo di contenuto, è importante rivedere questo piano per avere una chiara idea del proprio pubblico e del messaggio che si desidera inviare loro. Bisogna capire come il prodotto della B2B può risolvere i problemi del proprio target di riferimento.

Successivamente si deve pensare a come si sta per presentare il brand su YouTube. Avete intenzione di ispirare, educare o intrattenere i membri del vostro pubblico? È importante che siate coerenti. Il pubblico deve sapere cosa si può aspettare dal marchio. Ecco alcune domande da porsi quando si pensa a come presentare il proprio marchio con i video:

• Come pensate di presentare le storie?

• Saranno divertenti o serie?

• Volete avere una personalità di marca?

• In tal caso utilizzerete una persona reale della vostra azienda o un personaggio fittizio?

• Quali obiettivi si stanno cercando di raggiungere e in che modo il vostro contenuto vi permetterà di raggiungerli?

• Il vostro video come saprà differenziarsi dalla concorrenza?

• Utilizzate apparecchi di fascia alta, un impianto aggiornato o un processo unico? Evidenziate questi fattori.

• Confrontate il prodotto/servizio offerto con quello dei concorrenti per vedere le differenze: il suo processo è più veloce o di qualità maggiore?

Una volta creato il video, per aumentare l’efficacia, ci si deve assicurare che sia ottimizzato. Per ottenere buoni risultati seguite le seguenti procedure:

Meta Data

• Utilizzare titoli interessanti che catturino l’attenzione del pubblico

• Descrivere i contenuti con precisone

Meta Description

• Descrivere il video in 2-3 frasi chiare e allettanti

• Descrivere il canale e mettere il link alla pagina del canale

• Inserire il link iscriviti

Meta tags

• Utilizzare sia tag generali che specifici

• Aggiornare i tag nei video per stare al passo con le nuove tendenze

Minuature

• Utilizzare un’immagine chiara e di alta qualità

Annotazioni

Le annotazioni spesso non vengono utilizzate perché possono essere considerate spam, ma le best practice di Google dicono che le annotazioni possono essere utilizzate per indirizzare il traffico effettuando le seguenti operazioni:

• Fornire un collegamento diretto per iscriversi al canale

• Link diretto ad altri video rilevanti

• Utilizzare le calls-to-action per acquisire nuovi iscritti

• Porre domande per incentivare il pubblico a lasciare un commento

• Evitare le annotazioni che possono essere fonte di distrazione o che interrompono il contenuto (quelle annotazioni che potrebbero coprire troppo il video)

• Non esagerare con le annotazioni

• Assicurarsi che le annotazioni si aprano in una finestra diversa da quella del video

Guarda questo video di GE per vedere come usare correttamente le migliori pratiche per video e YouTube.

Incrementare l’efficacia del video con TrueView

TrueView è un tipo di pubblicità a pagamento che presenta l’annuncio video e permette allo spettatore di scegliere se guardarlo o meno.

Ci sono tre opzioni quando si utilizza TrueView: in-stream, in-display and in-search.

In-stream riproduce l’annuncio video prima di un video normale, consentendo agli spettatori di saltarlo dopo pochi secondi. Il vantaggio di questo tipo di pubblicità è che si paga solo per gli spettatori scelgono di guardare i contenuti (almeno 30-60 secondi).

In-search e in-display mostrano i tuoi video pubblicitari come opzioni quando le persone sono alla ricerca di qualche video o mentre stanno già guardando un altro video.

TrueView su YouTube offre significative opportunità per far crescere il pubblico e guidare l’impegno, consentono di migliorare i risultati e, in ultima analisi, permettono di raggiungere gli obiettivi del content marketing.

Misurare il successo

Infine si deve misurare il successo della propria strategia di content marketing. Per farlo si possono utilizzare i seguenti parametri:

Brand Awareness

• Ricerca della categoria relativa

• Numero di visite

• Percentuale di pubblico raggiunto

Lead Generation

• Numero di click

• Numero di iscritti

• Percentuale dell’audience iscritta

• Numero di like

• Numero di share

• Tempo speso a vedere il video

Con il pubblico digitalmente esperto di oggi, i video sono perfetti per introdurre il vostro brand e per condurre al sito web aziendale.

 

 

Libera traduzione dell’articolo di Maren Dickey, tratto da fathomdelivers.com

I commenti sono chiusi

open